Brexit: si protrae la situazione di stallo in UK!

Londra – I tentativi del governo britannico per cambiare l’accordo sul ritiro dall’Ue non hanno finora prodotto risultati, ha riferito un portavoce del governo britannico – riportato da Adnkronos –  alla vigilia del voto al Parlamento britannico. Le trattative restano in stallo dopo i colloqui nel corso del fine settimana, e non sono previste visite del primo ministro Theresa May a Bruxelles.

Ieri la May ha parlato al telefono con il presidente della Commissione Europea Jean-Claude Juncker, mentre colloqui sono ancora in corso tra le parti. Se le trattative dovessero produrre un accordo, allora May forse andrebbe a Bruxelles. Il primo ministro britannico ha chiesto all’Ue concessioni che la aiuterebbero a ottenere l’approvazione dell’accordo di ritiro in Parlamento.

Principale ostacolo il backstop

Il parlamento dell’UK ha già respinto una volta l’accordo. Principale ostacolo rimane il backstop, la soluzione di salvaguardia individuata per impedire che si crei di nuovo un confine fisico tra Irlanda e Irlanda del Nord. La Gran Bretagna cerca concessioni che non la invischino in una stretta relazione con l’Ue, cosa che frustrerebbe i tentativi di concludere accordi commerciali separati. Se il Parlamento britannico rigetterà ancora l’accordo domani, allora dovrà scegliere se lasciare l’Ue il 29 marzo senza accordo oppure chiedere un rinvio.