Crollo ponte Morandi: commozione e dolore ai funerali di Stato di ieri sabato 18 agosto 2018!

Circa 8mila persone hanno preso parte alla commovente funzione funebre che si è tenuta ieri sabato 18 agosto 2018 nel padiglione Jean Nouvel della Fiera dal cardinale e arcivescovo di Genova Angelo Bagnasco. Presenti il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, e le massime autorità nazionali e locali. Un lungo applauso ha accolto la delegazione delle squadre dei vigili del fuoco al loro ingresso nel padiglione.

Bagnasco: “il crollo del ponte Moranti uno squarcio nel cuore di Genova”.

Il viadotto è crollato: non era solo un pezzo importante di autostrada, ma una via necessaria per la vita quotidiana di molti, un’arteria essenziale per lo sviluppo della Città. Genova però non si arrende“. Lo ha assicurato il cardinale Angelo Bagnasco nell’omelia ai funerali di Stato.

Il crollo del ponte Morandi sul torrente Polcevera ha provocato – ha detto il cardinale – uno squarcio nel cuore di Genova” e ha aggiunto che “qualunque parola umana, seppure sincera, è poca cosa di fronte alla tragedia, così come ogni doverosa giustizia nulla può cancellare e restituire“.

Nell’omelia il cardinale Bagnasco ha inoltre dedicato un pensiero agli sfollati augurandosi che “non solo trovino temporanea ospitalità, ma che possano ritrovare presto il necessario calore della casa” e poi ha aggiunto che la città di Genova “non può essere dimenticata da nessuno“.

Quando poi il cardinale ha ringranziato i Vigili del Fuoco per il loro lavoro e la loro professionalità è partito un lungo applauso. E ancora quando, durante la celebrazione, sono stati letti i nomi di battesimo delle vittime del crollo del Ponte Morandi si è levato un commosso applauso.