Moda Primavera Estate 2018: da Burberry a Dolce&Gabbana, ci vestiremo arcobaleno

Moda Primavera Estate 2018: da Burberry a Dolce&Gabbana, ci vestiremo arcobaleno!

Non scervelliamoci nella scelta e nell’accostamento dei colori: quest’estate 2018 indossiamoli tutti! Così possiamo riassumere il trend arcobaleno che si era già insinuato con le maglie a costine multicolor da perfette ragazze del ’68 peace and love: un unico capo o accessorio che comprenda più colori, a righe, a blocchi o bande sfumate e il trend è fatto.

L’arcobaleno è magia, fortuna, libertà. Bandiera della pace e colori della comunità LGBT alla quale Christopher Bailey ha voluto fare un omaggio in chiusura dei suoi 17 anni come direttore creativo di Burberry. Toni di colori arcobaleno si sono aggiunti al classico check della maison londinese e nell’ultima passerella per l’autunno 2018 hanno sfilato maglie, soprabiti e pellicciotti multicolor.

Da Burberry a Missoni a Dolce e Gabbana: vestirsi di tutti i colori dell’arcobaleno!

La moda viene, va e ritorna: molti stilisti hanno messo il rainbow tra le proposte di questa primavera estate e il rilancio autunnale di Burberry confermerà la tendenza del multicolore anche per la stagione più desaturata, proseguendo anche nel 2019 grazie anche alla chiave creativa culture fusion che esalterà il multicolore caldo e vivace.

Perché vestirsi di un colore solo quando si possono indossare tutti assieme? Dopo un’inverno all’insegna di grigio, blu e nero, il guardaroba di primavera si tinge dei 7 colori dell’arcobaleno. Rosso, arancione, giallo, verde, blu, indaco e violetto si mischiano tar loro e rendono magico qualsiasi look.

Thom Browne ad esempio presenta giacche patchwork multi-color, Missoni lo declina in abiti millerighe. MSGM lo trasforma in graffiti dal sapore urbano, mentre Moschino punta su bouquet floreali. E poi Burberry che per l’ultimo indimenticabile show di Christopher Bailey lo contamina con l’heritage del brand inglese e lo trasforma nel vessillo dei diritti della comunità LGBT.

Informazioni sull'autore