Mondiali Russia 2018: le probabili formazioni di Brasile-Belgio!

Mondiali Russia 2018: il tabellone dei quarti di finale, il calendario e gli orari

Otto squadre possono ancora sognare la finalissima dei Mondiali di Russia 2018. Dopo Colombia-Inghilterra, sfida conclusiva degli ottavi, è stato definito il quadro completo dei quarti di finale: due giorni di “riposo” e poi si riparte. Uruguay-Francia e Brasile-Belgio sono le due partite che venerdì, rispettivamente alle 16 e alle 20, apriranno i quarti in Russia. Sabato invece Svezia-Inghilterra e Russia-Croazia, il match che sceglierà l’ultima semifinalista.

Venerdì 6 luglio ore 16 si giocherà Uruguay-Francia, mentre alle ore 20 scendono in campo Brasile-Belgio.

Tabárez contro Deschamps. Iniziano con Uruguay-Francia i quarti dei Mondiali di Russia 2018, in programma venerdì 6 luglio alle ore 16, allo stadio di Nizhny Novgorod. Si sfidano due nazionali che in Russia hanno già stupito.

L‘Uruguay, al primo posto del girone A con 9 punti, ha battuto Egitto, Arabia Saudita e Russia e, agli ottavi, ha eliminato il Portogallo di Cristiano Ronaldo. Decisivo Cavani, che ha sbloccato la partita con un colpo di testa e ha chiuso con l’interno destro dopo il pari di Pepe. Dall’altra parte c’è la Francia (nella fase a gironi prima del gruppo C con 7 punti) che ha mandato a casa l’Argentina di Lionel Messi. Insomma, il verdetto è tutt’altro che scontato.

Alle 20 scendono in campo Brasile-Belgio. Da una parte Neymar, Coutinho, Marcelo e Thiago Silva e dall’altra Hazard, Lukaku, Mertens e De Bruyne. Dopo Uruguay-Francia, si passa a Brasile-Belgio, l’altro quarto di finale in programma venerdì 6 luglio, alle ore 20 alla Kazan Arena. La nazionale di Tite ha travolto agli ottavi il Messico, in un derby sudamericano che si è concluso sotto i colpi di Neymar e Firmino.

Nella fase precedente, quella a gironi, il Brasile si è classificato primo con 7 punti: due vittorie (contro Serbia e Costa Rica) e un pareggio contro la Svizzera. Il Belgio (primo del girone G con 9 punti), invece, ha ottenuto un posto nei quarti dopo il 3-2 rifilato al Giappone, in rimonta e con la firma decisiva di Chadli al 94′.