Motogp, Gp di Silverstone 2018: orari e come vedere la gara in tv

MotoGp Austria 2018: Marquez in pole per 2 millesimi, la griglia di partenza

Marc Marquez partirà in pole position in Motogp, domani, sulla griglia di partenza del Gran Premio d’Austria. Lo spangolo doma le qualifiche facendo segnare uno stratosferico 1’23″241, miglior tempo per soli due millesimi su Andrea Dovizioso. In prima fila, terza, l’altra Ducati di Jorge Lorenzo a 135 millesimi, quarto Danilo Petrucci che scatterà in seconda fila insieme a Crutchlow e Zarco. Valentino Rossi non supera il Q2: la sua Yamaha scatterà domani in 14esima posizione, in quinta fila, sullo storico circuito di Zeltweg, a Spielberg. Era dallo scorso anno a Phillip Island che il Dottore di Tavullia non doveva affrontare il Q1. In quell’occasione, però, Rossi riuscì ad accedere al Q2. Per Marquez è la quarta pole position stagionale, la 49esima assoluta nella classe regina e la 77esima in carriera fra tutte le categorie. Una curiosità, la prima fila di quest’anno è la stessa dell’anno scorso.

Le voci dei protagonisti.

Andrea Dovizioso, ai microfoni di Sky Sport, al termine delle qualifiche. “La scelta delle medie ha funzionato, non credevo, confesso che ci abbiamo pensato un minuto prima di uscire – dice il pilota della Ducati -. Poi è andata in modo strano, sara’ che ha piovuto tanto. Noi non eravamo tanto a posto, se domani non pioverà sarà meglio, durante le qualifiche é migliorata la pista”. La pole è sfuggita per un non nulla, ma non è tempo di recriminare. “Non sappiamo se la morbida sarebbe stata meglio, comunque è andata bene”.

Soddisfatto Marc Marquez. “All’ultima curva quasi andavo fuori, ho perso un po’ di tempo ma va bene – dice il leader del Mondiale -. Abbiamo fatto un bel giro. Le condizioni non erano giuste per fare il record ma siamo tutti vicini. Le Ducati spingono molto e ottenere la prima fila era importante”. A chi gli chiede quale strategia adottare domani, risponde: “Non era importante fare una gara d’attacco, se c’è la possibilità attacchiamo se no cerchiamo di prendere punti”.

Contento della prima fila anche Jorge Lorenzo. “Negli ultimi 3-4 minuti avrei avuto il tempo di mettere la gomma davanti nuova e magari migliorare due decimi per fare le pole – spiega lo spagnolo della Ducati -. Ma va bene così, è un’altra prima fila, è un bel momento e quindi sono contento”.