Pensioni, le ultime novità ad oggi 1 luglio 2018

Dal 2 luglio per 3,5 milioni di pensionati italiani arriverà la quattordicesima, è la somma aggiuntiva sarà accreditata con il rateo della pensione di luglio. Essa spetta a coloro che hanno 64 anni e percepiscono un reddito complessivo che va fino a un massimo di due volte il trattamento minimo per quanto riguarda il trattamento previdenziale dei lavoratori dipendenti.

Pensioni: dal 2 luglio sarà accreditata la quattordicesima per 3,5 milioni di pensionati.

In comunicato diffuso dal sindacato dei pensionati della Cgil si legge: «Lunedì 2 luglio sarà accreditata la 14esima per circa 3,5 milioni di pensionati. Ad averne diritto sono tutti coloro che hanno compiuto 64 anni di età e che hanno un reddito lordo mensile che non superi i 1.000 euro. Viene erogata in automatico dall’Inps ma nel caso in cui l’Ente non dovesse conoscere la condizione reddituale del beneficiario è necessario farne richiesta».

«L’importo medio degli assegni – continua la nota dello Spi-Cgil – sarà di 500 euro con valori che vanno da un minimo di 336 euro a un massimo di 655,20 euro a seconda dei contributi versati. Le regioni dove arriverà il più alto numero di 14esime saranno la Lombardia (470mila), la Sicilia (327mila), la Campania (313mila) e il Veneto (300mila)». A beneficiare dell’assegno saranno più le donne rispetto agli uomini, considerato che mediamente hanno redditi da pensione più bassi principalmente a causa di carriere lavorative discontinue e frammentate.