Presadiretta, le anticipazioni della puntata di stasera, 3 marzo 2018

Le anticipazioni di Presadiretta di stasera, 3 marzo 2018: la discussione sull’omeopatia. Stasera, sabato 3 marzo 2018, andrà in onda su Rai 3 alle 21.30 una nuova puntata con Presadiretta. Scopriamo quali sono le anticipazioni ufficiali. Oggi a Presadiretta ci si interrogherà su una questione: “L’omeopatia serve?”. Stasera si farà un viaggio per scoprire cosa c’è davvero nei granuli con cui si curano 8 milioni di italiani con 20mila medici che li prescrivono, soprattutto pediatri.

L’omeopatia la si usa per l’influenza, per le allergie, per l’asma e per numerose altre patologie. Ma cosa resta delle molecole che compongono il principio attivo dopo le diluizioni infinitesimali cui vengono sottoposti i granuli omeopatici? E cosa c’è di comprovato nel principio alla base dell’omeopatia, “il simile si cura con il simile”? E nel concetto della “memoria dell’acqua”, sostenuto anche dal Premio Nobel per la medicina Luc Montagnier, e cioè della presunta proprietà dell’acqua di mantenere “la memoria” della sostanza con cui è venuta in contatto?

I principi attivi dei prodotti omeopatici: le indagini di Presadiretta. 

PresaDiretta ha indagato, tra l’Italia e la Francia, sui principi attivi curativi e sui meccanismi biologici attivati dai prodotti omeopatici. E’ andata nei laboratori per far analizzare il contenuto dei granuli, ha intervistato medici, biologi, chimici e naturalmente, gli omeopati. L’industria dell’omeopatia muove un grande mercato. In Italia ha un bacino di 20 aziende con 4000 addetti, per un fatturato complessivo di circa 300 milioni di euro solo di prodotti. Poi ci sono le visite, la formazione, i master, le Università che hanno aperto le porte a corsi di studio dedicati. In Toscana, regione con altissimi standard nella Sanità pubblica, esiste addirittura un ospedale che affianca alle cure tradizionali quelle omeopatiche.

PresaDiretta ha fatto un viaggio nelle contraddizioni della presenza dei prodotti omeopatici all’interno del sistema della sanità pubblica. L’omeopatia non è rimborsabile dal sistema sanitario nazionale, ma è possibile detrarre sia le cure che i rimedi omeopatici. PresaDiretta è andata in Francia, e ha intervistato l’amministratore delegato della più grande multinazionale al mondo per i prodotti omeopatici, che da sola vende più granuli di qualunque altro concorrente, fatturando più di 600 milioni di euro l’anno. Un francese su due si cura con l’omeopatia con prodotti rimborsati dal servizio sanitario pubblico. Ma anche nella patria dell’omeopatia le cose potrebbero presto cambiare. In studio ospite di Riccardo Iacona Walter Ricciardi, presidente dell’Istituto Superiore di Sanità.