Pensioni

Riforma pensioni e Legge di Bilancio, le ultime novità

Le attese riforme sulle pensioni sembra proprio che non partiranno con la Legge di Bilancio 2019. Domani, martedì 4 dicembre 2018, alle ore 14 la Camera si riunirà per la discussione del DDL Bilancio, mentre gli emendamenti sono all’esame della Commissione bilancio. La questione previdenziale non è sicuramente la parte dominante delle riforme contenute nella manovra finanziaria, nella quale manca, in realtà, un vero e proprio “pacchetto” dedicato agli interventi sulle pensioni. Si attende l’introduzione di Quota 100, probabilmente mediante un emendamento alla manovra.

Le speranze di ottenere qualche intervento sulle pensioni già con la Legge di Bilancio 2019 vengono dall’incontro previsto per il 10 dicembre tra il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ed i sindacati. Resta, però, il timore che il vertice possa avvenire “a partita già conclusa”. “Ci sarà il tempo per inserire almeno una parte di quanto sarà richiesto?”, si è chiesto Mauro D’Achille, amministratore del gruppo “Lavoro e pensioni: Problemi e Soluzioni”.

“Ho forti dubbi in merito, se davvero si fosse voluto tenere in considerazione tali richieste, l’incontro lo si doveva tenere non appena costituito il governo e non ora, a giochi già fatti!”, ha osservato.
D’Achille, ha aggiunto un’altra considerazione:” Il ministro del lavoro sarà presente, visto l’argomento pensionistico, oppure insieme a Salvini sarà critico verso qualsivoglia decisione il presidente del consiglio volesse prendere?”.

Riforma delle pensioni e Legge di Bilancio 2019

“Al di là quindi di quanto con proclami e promesse ci avevano raccontato sul tema, pare proprio sia scontato che il Governo a discussione generale compiuta, porrà la questione di fiducia. Il testo arriverà dunque al Senato in seconda lettura come da prassi , portando con sé questo bagaglio mentre a seguito della seconda bocciatura ricevuta, continua il raffronto con Bruxelles per scongiurare l’avvio della procedura di infrazione avvisata”, ha dichiarato Orietta Armiliato, amministratrice del Comitato Opzione Donna Social.

La questione previdenziale non è al centro della discussione

Ci arrivano le conferme che la questione previdenziale, non è mai stata trattata in Commissione Lavoro se non in maniera trasversale, così come già al Senato come abbiamo avuto modo di venirne a conoscenza a seguito di quanto ci ha raccontato qualche giorno fa l’amico Mauro D’Achille, dopo aver incontrato il Senatore Tommaso Nannicini che glielo aveva, appunto, confermato. Quindi, ben si capisce l’imbarazzo di alcune parlamentari che alla richiesta di dettagli sull’argomento, ancorché interrogate direttamente cioè ‘de visu’, hanno risposto rimandando ad altri o smarcandosi adducendo una mancata specifica competenza sulla materia”, ha sottolineato Armiliato.