Morto Davide Astori, capitano della Fiorentina. L’ufficio stampa della squadra fornisce la prima ricostruzione

Davide Astori, difensore e capitano della Fiorentina, classe 1987, è stato trovato morto nella sua camera d’albergo ad Udine. La squadra viola era lì perché oggi avrebbe giocato la 27esima giornata di campionato fuori casa contro i friulani.

La morte improvvisa di Davide Astori, probabilmente per arresto cardiaco.

Il ragazzo, nato nel 1987, sarebbe morto nel sonno, forse a stroncarlo è stato un improvviso attacco cardiaco. Poiché il decesso è avvenuto poche ore fa è ancora presto per diramare notizie ufficiali in merito al decesso, ma la vicenda ha sconvolto l’intero Paese, nonché tutto il mondo calcistico.

La notizia ha scioccato lo sport in generale, nulla si sospettava a proposito di problemi cardiaci del calciatore. Difensore centrale mancino, era dotato di una buona tecnica di base che gli consentiva di far partire l’azione di gioco dalla difesa. Dotato anche di ottime caratteristiche fisiche e abilità nei colpi di testa, che gli permettevano di essere pericoloso in fase offensiva su punizioni e calci d’angolo. Poteva giocare sia come difensore centrale in una difesa a 4 sia come centrale sinistro in una difesa a 3. È esploso a Cagliari e dopo una breve parentesi con la Roma si è trasferito a Firenze.

Il comunicato ufficiale dell’ufficio stampa della Fiorentina fornisce la prima ricostruzione dei fatti.

L’ufficio stampa della Fiorentina ha ricostruito i fatti legati alla tragica scomparsa di Astori. Arturo Mastronardi, responsabile della comunicazione del club viola, ha parlato con i giornalisti presenti proprio nell’hotel della squadra e ha dichiarato quanto segue: “Il ragazzo non si è presentato alla colazione della squadra alle nove e mezza. Solitamente il primo a presentarsi era proprio lui, così qualcuno è andato a controllare. Davide dormiva in camera da solo. Le cause del suo decesso non sono ancora note, è arrivato il magistrato e ora il corpo è stato portato in ospedale per l’autopsia, credo che sarà effettuata in giornata. Non abbiamo ulteriori dettagli”.

“L’ultima persona a vederlo è stato Marco Sportiello – ha aggiunto Mastronardi -. Alcuni giocatori dormono in stanze doppie, altri in stanze singole, lui era solo. La famiglia è stata avvertita dalla società e ancora non è arrivata qui. Abbiamo informato personalmente la sua compagna, che era a Firenze con la figlia. I genitori invece dovrebbero essere a Bergamo e sono stati raggiunti al telefono. Nel pomeriggio la squadra tornerà a Firenze, non ci saranno conferenze stampa”.