CONDIVIDI
Riforma pensioni, oggi 14 novembre 2017. Ultime novità su Ape sociale, precoci, legge di bilancio ed età pensionabile

Pensioni e cessione del quinto: le ultime direttive. Le ultime novità sulla cessione del quinto delle pensioni sono state illustrate dall’Inps mediante il messaggio n. 100 dell’11 gennaio 2018. Nel messaggio dell’Ente previdenziale si specificano i tassi soglia TAEG da utilizzare per i prestiti estinguibili con cessione del quinto della pensione, riferiti al primo trimestre dell’anno in corso.

Con decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 21 dicembre 2017 (pubblicato nella G.U. Serie Generale n. 303 del 30/12/2017) sono stati resi noti i tassi effettivi globali medi (TEGM) ai fini della determinazione dei tassi usurari da applicare, tra l’altro, alle operazioni di cessione del quinto.

Nel messaggio, l’Inps ha precisato che i tassi effettivi globali medi (TEGM), praticati dalle banche e dagli intermediari finanziari, così determinati ai sensi dell’articolo 2, comma 1, della legge n. 108/1996 – recante disposizioni in materia di usura – come modificato dal decreto legge 13 maggio 2011, n. 70, convertito con modificazioni dalla legge 12 luglio 2011, n. 106, rilevati dalla Banca d’Italia per il trimestre 1° luglio 2017 – 30 settembre 2017, trovano applicazione per il periodo dal 1° gennaio 2018 al 31 marzo 2018.

Per quanto sopra, per i prestiti da estinguersi dietro cessione del quinto dello stipendio e della pensione, il valore dei tassi da applicarsi nel periodo suddetto (1° gennaio 2018 – 31 marzo 2018) sono i seguenti: fino a 15.000 il tasso medio è di
11,6762 con soglia d’usura 18,5952, mentre oltre i 15.000, il tasso medio è 8,9739, con soglia d’usura 15,2174. 

Tassi soglia TAEG per la cessione del quinto delle pensioni.

Ne consegue che, con decorrenza 1° gennaio 2018, i tassi soglia TAEG da utilizzare per i prestiti estinguibili con cessione del quinto della pensione concessi da intermediari finanziari in regime di convenzionamento ai pensionati variano come segue: per la classe d’età fino a 59 anni: fino a € 15,000, il tasso soglia è 8,66, oltre € 15.000 di 7,40; nella fascia 60-64 anni: fino ad € 15,000 di 9,46, oltre € 15,000 di 8,20; nella fascia 65-69 anni: fino a € 15,000 di 10,26, oltre € 15,000 di 9,00; nella fascia 70-74: fino a € 15,000 di 10,96, oltre € 15,000 di 9,70; nella fascia 75-79: di 11,76, oltre € 15,000 di 10,50. Qui puoi trovare le ultime news e novità su riforma pensioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Segui ContattoNews.it su Facebook