Amnistia e indulto, carceri e detenuti, le ultime news al 27 aprile 2018

Continuano ad essere portati alla luce dal personale di polizia penitenziaria casi in cui i parenti dei detenuti portano droga all’interno del carcere. Stavolta il fatto è avvenuto a Piacenza, dove una madre è stata trovata in possesso di 15 grammi di hascisc, nascosti negli slip, che voleva portare al figlio recluso. La donna è stata arrestata dalla polizia penitenziaria. Questi casi si stanno verificando sempre più spesso, ed immediata è stata una nota dei sindacati Sappe, Osapp, Uspp e Cgil, nella quale si legge che si registrano episodi sempre più frequenti da parte dei familiari dei detenuti che cercano di introdurre all’interno del carcere sostanze stupefacenti. Per questo sono aumentati i controlli da parte del personale di polizia penitenziaria, che spesso si serve anche di cani antidroga.

Le ultime news dal mondo del carcere ad oggi: baby detenuti in carcere con smartphone e droga.

La polizia penitenziaria ha effettuato una perquisizione nel carcere minorile di Airola, e, all’interno di una cella occupata da due giovani napoletani, sono stati trovati uno smartphone e della droga. A darne notizia è il segretario generale del Sappe Donato Capece, che elogia il lavoro svolto dal personale di polizia e ricorda che fatti analoghi nel carcere di Airola sono già avvenuti in passato: “Per tale ragione”, annuncia Capece, “Il Sappe non può fare a meno di sollecitare sia l’allontanamento di tali soggetti resisi responsabili di tale fatto costituente grave reato, sia l’installazione di moderne apparecchiature atte a schermare la struttura è a contrastare la possibilità di effettuare telefonate dal carcere verso l’esterno”. Qui puoi trovare tutte le ultime news su amnistia, indulto e carceri.