Champions League: quale risultato deve ottenere la Juventus per passare il turno

Champions League 2018: Tottenham-Juventus 1-2, bianconeri ai quarti!

Dopo il 2-2 dell’andata all’Allianz Stadium, alla Juventus serve una vera impresa a Wembley per superare il turno di Champions League ed accedere ai quarti di finale. Tottenham-Juventus 1-2: bianconeri ai quarti grazie a Dybala ed Higuain. Gli inglesi passano in vantaggio nel primo tempo con Son. Poi la riscossa degli uomini di Allegri che vanno a segno prima con il Pipita e poi con la Joya.

Quali risultati permetterebbero alla Juventus di passare ai quarti di Champions.

La sfida tra bianconeri e Spurs è una delle più attese di questo turno di Champions. Nell’andata di Torino gli uomini di Pochettino hanno rimontato il doppio svantaggio iniziale, segnando con due reti in trasferta preziose in chiave qualificazione. I bianconeri, costretti a vincere o a pareggiare realizzando almeno tre gol, hanno dalla loro l’esperienza.

Per il club allenato da Allegri questo è infatti il nono ottavo di finale disputato nella competizione, mentre per gli inglesi si tratta del secondo. La Vecchia signora ha avuto la meglio in 6 degli 8 doppi confronti in cui ha chiuso in pareggio l’andata in casa.

La Juve supera il turno con una vittoria, ottenuta a prescindere dai gol di scarto: basta anche un semplice 1-0 a Londra per staccare il pass per i quarti. Allo stesso modo, una sconfitta condannerebbe sicuramente i bianconeri all’eliminazione. Quanto al pareggio, occorre distinguere: con lo 0-0 e l’1-1 è il Tottenham ad andare avanti, mentre al 2-2 al termine dei tempi regolamentari seguirebbero i supplementari e quindi gli eventuali calci di rigore. Con un pareggio per 3-3 o con un numero superiore di gol, è la Juve a superare il turno.

Entrambe le squadre sono in un buon momento di forma. Il Tottenham è quarto in Premier, dove ha in corso una striscia di positiva di 11 gare (8 successi e 3 pareggi). La Juventus è invece seconda in Serie A a -1 dal Napoli, ma con una partita ancora da recuperare, ed è imbattuta da 13 turni (12 vittorie e un pari).

L’esito della partita. La Juventus ai quarti di finale di Champions League!

La Juventus espugna Wembley con due gol in tre minuti, tra il 19’ e il 22’ della ripresa di una partita che fino a quel momento si era quasi rifiutata di giocare, sempre in apnea e in costante balia del Tottenham, all’apparenza una macchina perfetta. Per un’ora nel tempio del calcio inglese ci sono solo maglie bianche, quelle degli Spurs. La banda di Pochettino va a velocità doppia rispetto ai bianconeri, vince tutti i duelli, domina la scena e scatena l’entusiasmo della sua gente: calcio moderno, veloce, efficace.

Segna un gol con lo scatenato Son, costringe Buffon a una paratona sull’imprendibile coreano, entra nella area juventina da tutte le parti. La Juve, invece, non c’è: slegata, sfiduciata, all’apparenza senza anima. Sino alla zampata di Higuain, che restituisce colore alla Signora, non aveva mai tirato nello specchio della porta.