F1 GP Canada 2018, gara e griglia di partenza: Vettel in pole, Bottas secondo, Verstappen terzo

Formula 1, Gp di Germania: Vettel ha come obiettivo la vittoria nell'ultima gara di Hockenheim

Formula 1, GP Canada 2018: Sebastian Vettel partirà in pole position! Il pilota tedesco della Ferrari ha ottenuto nelle qualifiche di Montreal il miglior tempo davanti alla Mercedes di Bottas e alla Red Bull di Verstappen. Quarto posto per Hamilton, che precede l’altra Ferrari, quella di Raikkonen e l’australiano Ricciardo. Ci attende una corsa interessante, tutta da vivere a partire dalle ore 20.10 italiane.

Sebastian Vettel partirà dalla pole position: alla Ferrari non accadeva di partire prima in Canada da 17 anni!

Erano 17 anni che la Ferrari non otteneva la pole position a Montreal (Canada). Tanto era trascorso dall’ultima partenza dalla prima posizione ed era stato Michael Schumacher a rendersi protagonista di ciò. La statistica delle pole non poteva che essere aggiornata da un altro tedesco,: Sebastian Vettel.

L’incedere del quattro volte iridato è stato sicuro ma, a detta sua, non perfetto. L’interpretazione della curva 10 gli ha regalato il miglior crono, affidandosi ad una power unit aggiornata ma soprattutto alla sua voglia di imporsi. Nel Q3, altra prestazione sontuosa, quarta partenza dalla prima piazza in stagione, 54esima in carriera e nuovo record della pista.

Una sfilza di numeri non da poco. Oggi, però, conta la gara ed interessa vincere. Ne ha facoltà Sebastian, partendo davanti a tutti e, forse, temendo meno le prime due curve del tracciato, teatro in passato di contatti. L’obiettivo è mantenere la posizione e macinare giri con le UltraSoft, scappando via e fiaccando sul nascere ogni tentativo d’attacco di Valtteri Bottas (Mercedes) e di Max Verstappen (Red Bull).

Bottas precede il re di questa pista, il compagno di squadra Hamilton!

Il finlandese delle Frecce d’Argento Bottas ha sorpreso, facendo meglio di chi in Canada ha sempre incantato, ovvero Lewis Hamilton. Bottas ha spremuto la sua W09, portandosi a poco meno di un decimo dalla Rossa ma non riuscendo a far meglio di Vettel. La partenza sarà importante, visto che la strategia è identica a quella di Vettel. Anche lo scandinavo avrà a disposizione le mescole a banda viola e la partita si giocherà sulla gestione del degrado, una delle incognite della corsa nordamericana.

Per quanto riguarda Verstappen, il weekend canadese è stato, fino ad ora, molto positivo: primo nei tre turni di libere e terzo, a breve distanza da chi ha più potenza di motore, nel time-attack, su un tracciato dove il propulsore conta molto. Nei primi due settori della pista la RB14 dell’olandese vola letteralmente, perdendo poi 2 decimi nel confronto diretto con la Ferrari.

La Renault ha compiuto uno step importante. Sarà pericoloso, dunque, Max e non parliamo tanto del suo essere aggressivo. La scelta di affidarsi alle HyperSoft, nel primo stint, è un rischio ma potrebbe essere la carta vincente.

l maggior grip offerto dalle coperture a banda rosa, rispetto alle UltraSoft, è il fattore su cui conta maggiormente il team di Milton Keynes. La vettura anglo-austriaca è quella che meglio delle altre riesce a “salvare” questa particolare tipologia di pneumatici, un po’ come avveniva con la SF70H nel 2017. Dopo 10 giri, si scoprirà se questa strategia sarà stata premiante o meno perché, teoricamente, da quel momento le gomme potrebbero andare in crisi.

Hamilton invece rientra tra i delusi insieme a Kimi Raikkonen (quinto) e Daniel Ricciardo (sesto). La quarta posizione in griglia lo costringe alla rimonta e non sarà facile, visto l’equilibro tra i top driver. E’ amareggiato Lewis, non si aspettava di dover partire così arretrato, alle spalle del suo grande rivale ed anche del proprio teammate. Su uno dei circuiti preferiti (sei pole e sei vittorie), il britannico dovrà affidarsi ad un grande scatto al via ed a qualche episodio favorevole (Safety Car).

Informazioni sull'autore