Isola dei Famosi 2018: minuto di silenzio per Frizzi, Filippo Nardi ride con Paola Di Benedetto

Isola dei Famosi 2018 Ed.13: minuto di silenzio per Frizzi, Filippo Nardi ride con Paola Di Benedetto

Alessia Marcuzzi ha dedicato un sentito saluto a Fabrizio Frizzi durante la puntata de L’Isola dei Famosi trasmessa il giorno dopo morte del conduttore. La conduttrice ha descritto Frizzi come “una delle persone più gentili e educate che io abbia mai conosciuto nella mia vita” e le sue parole sono state accolte da un applauso e poi da un minuto di silenzio. Durante il quale tuttavia Filippo Nardi ridacchiava con Paola Di Benedetto.

Le telecamere inquadrano Filippo Nardi mostrare poco rispetto per il conduttore appena scomparso. Il giorno dopo l’ex naufrago si difende.

Durante il momento di riunione in onore del conduttore deceduto, al pubblico a casa e in studio non è sfuggito un particolare. Nel momento del cordoglio, mentre tutti applaudivano Fabrizio Frizzi, la regia ha puntato la telecamere su Paola Di Benedetto e Filippo Nardi. Filippo stava ridendo.

Immediatamente la rete si è scatenata lanciando dure accuse contro l’ex naufrago dell’Isola. “Filippo Nardi si è dimostrato per quello che è. Solo una parola: Vergogna“, scrive un utente. E un altro: “Vedere Filippo Nardi ridere durante l’applauso per Fabrizio Frizzi mi ha letteralmente disgustato, un povero deficiente, senza arte ne parte, una persona pessima“.

Parole piuttosto dure a cui oggi Filippo ha voluto rispondere durante la puntata di Mattino Cinque. L’ex naufrago dell’Isola ha voluto scusarsi con tutti i telespettatori per quello che è accaduto ieri sera: “Per prima cosa voglio fare le mie condoglianze alla famiglia di Fabrizio Frizzi. In nessun modo, assolutamente, volevo offendere qualcuno. Mi scuso con tutto il pubblico italiano. So cosa vuol dire perdere un caro per cui mai e poi mai avrei riso in un momento così triste. Ero distratto, come spesso accade perché ho una capacità di concentrazione molto corta. Non mi ricordo esattamente cosa stavo dicendo mi sono anche commosso poco dopo perché l’applauso è stato veramente lungo e caloroso”.

Informazioni sull'autore