MotoGP, Tito Rabat dimesso dall'ospedale: l'obiettivo è recuperare per il Mugello

MotoGP 2018, Tito Rabat dimesso dall’ospedale: l’obiettivo è recuperare per il Mugello

Nel turno della mattina del secondo giorno di test MotoGP a Barcellona incidente per Tito Rabat, pilota del team Ducati Reale Avintia: brutta caduta all’ultima curva, fortunatamente escluse fratture al braccio sinistro. Il più veloce è Vinales, autore nel pomeriggio del tempo di 1:38.974.

Escluse fratture e intervento chirurgico ma subito tanta fisioterapia per Tito Rabat, dopo la lesione muscolare al braccio sinistro che si è procurato cadendo nei test di Barcellona. Il messaggio sui social: “Farò tutto il possibile per essere al GP d’Italia“.

Una brutta caduta per Tito Rabat ma sono escluse fratture e già il pilota si è sottoposto a fisioterapia.

Buone notizie da Barcellona per Tito Rabat, protagonista di una spaventosa caduta nei test di Barcellona: il pilota spagnolo è stato dimesso dall’ospedale Dexeus. Gli esami hanno evidenziato una lesione muscolare di tre centimetri al braccio sinistro, non è necessaria l’operazione chirurgica ma un ciclo di fisioterapia conservativa al quale Rabat si sottoporrà nei prossimi giorni. Martedì nuovo appuntamento a Barcellona per svolgere un’ulteriore visita e avere l’ok definitivo per essere al Mugello.

“Ieri pensavamo che sarebbe stato impossibile correre il GP di settimana prossima in Italia, perché sembrava fosse necessaria un’operazione”, ha ammesso Rabat attraverso i social.

“Ma questa mattina dopo i controlli è stato deciso di immobilizzare semplicemente il braccio per una settimana, poi faremo altri esami. Questa stagione sta andando bene per me, sono stato molto competitivo, farò il possibile per tornare in forma e correre al Mugello. Ringrazio tutti per l’enorme sostegno che ho ricevuto dopo la caduta”.