Non è l'arena: le dichiarazioni ed il programma di Matteo Renzi per le prossime elezioni

Non è l’Arena: le dichiarazioni ed il programma di Matteo Renzi per le prossime elezioni

Matteo Renzi ospite nel programma di Massimo Giletti, Non è l’arena. Il segretario del Partito Democratico, Matteo Renzi, è stato intervistato da Massimo Giletti, nella puntata di ieri domenica 18 febbraio 2018, di Non è l’arena su La7.

Non è l’arena: le dichiarazioni  di Matteo Renzi.

Il segretario del PD, Matteo Renzi, riguardo alle dimissioni del figlio del Presidente della Regione Campania, Roberto De Luca, da assessore al bilancio del comune di Salerno, indagato per presunta corruzione, Renzi ha detto: “La cosa in sè é molto strana: De Luca ha detto che verrà fuori che non ha fatto niente. E ha detto che lui si dimette, così evitiamo le polemiche in campagna elettorale. Ma siccome Di Maio gli ha dato dell’assassino, mi piace l’idea che De Luca lo quereli e lui rinunci all’immunità parlamentare. Staccherei pop corn e biglietto per vedere l’udienza in tribunale per la querela di chi gli ha dato dell’assassino”.

Poi, in riferimento alle prossime elezioni politiche, Renzi ha dichiarato: “Un governo di larghe intese con Forza Italia? Berlusconi si è appena fidanzato con Salvini, che fa? Rompe subito il fidanzamento?“. Alla domanda di Giletti: “Non sarebbe deludente per i cittadini avere un altro governo non scelto nelle urne?” Matteo Renzi ha replicato: “Sì, è per questo che avevamo fatto il referendum e volevamo il ballottaggio e il modello Macron. Adesso però c’è la democrazia parlamentare, la rispetto, cercheremo di far tutto per vincere noi ma c’è di sicuro che il Pd non può governare con gli estremisti“. Al termine dell’intervista, Renzi ha detto: “Berlusconi pensa di aver avuto un fratello gemello che governava in passato, ma era lui. Comunque onore al merito delle campagne elettorali di Berlusconi“.