Occupazione e lavoro: i commenti dopo la diffusione dei dati Istat!

Occupazione e lavoro: i commenti dopo la diffusione dei dati Istat!

Cesare Damiano, dirigente del Partito Democratico, ha commentato i recenti dati Istat sull’occupazione diffusi dall’Istat, non condividendo affatto l’atteggiamento di esultanza del vicepremier sugli ultimi dati Istat. Damiano si è così espresso. “L’andamento dell’economia e, di conseguenza, dell’occupazione, non si può tagliare a fette come se fosse un melone…Fa sorridere l’esultanza Di Maio di fronte agli ultimi dati dell’Istat sull’occupazione”.

Cesare Damiano commenta i dati diffusi dall’Istat su lavoro e occupazione.

Ha così proseguito Cesare Damiano, dirigente del Partito Democratico: “L’Istituto di statistica ci segnala che aumenta l’occupazione a tempo determinato, indeterminato e il lavoro autonomo”. Ed aggiunge. però, con un certo disappunto: “L’Istat dovrebbe accompagnare questi dati a quelli relativi alle ore lavorate: se, come afferma il vicesegretario della Cgil, Vincenzo Colla, le ore lavorate sono un miliardo in meno rispetto al 2008, vuol dire che le cose non vanno poi così bene“.

Damiano sottolinea come all’aumentare dell’occupazione e con la diminuzione delle ore, il lavoro creato è precario e di scarsa qualità. Inoltre, non si può ignorare possiamo che, per la prima volta dal 2014, tornano a salire le ore di cassa integrazione dal gennaio 2019. Sottolinea così il dirigente PD: “Traducendo queste ore in lavoratori assenti dalla produzione in questi 5 mesi si tratta di 133.000 persone che risultano, però, occupate”.