Pace fiscale, le ultime novità sulla rottamazione ter: come funziona e a chi spetta

Pace fiscale, le ultime novità sulla rottamazione ter: come funziona e a chi spetta

Scopriamo insieme tutto quello che c’è da sapere su come funziona la nuova rottamazione ter che è stata approvata nel decreto fiscale alla legge di bilancio a ottobre che di fatto sostituisce la rottamazione bis.  Da questo provvedimento saranno interessate tutte le cartelle affidate a Equitalia e all’Agenzia Entrate Riscossione dal 1° gennaio 2000 e il 31 dicembre 2017.

Coloro che hanno già aderito alla cosiddetta “rottamazione bis“, ma non sono riusciti a saldare le prime due rate scadute a luglio e settembre, potranno regolarizzare la propria situazione entro il 7 dicembre 2018. I contribuenti potranno essere ammessi automaticamente ai benefici della rottamazione-ter all’esito della regolarizzazione.

Rottamazione ter: come funziona e come fare richiesta.

Le novità più importanti riguardano le modalità di rateizzazione del debito. È previsto, infatit, un periodo temporale fino 10 rate ripartite in 5 anni; un tasso di interesse ridotto, del 2% annuo a partire dal 1° agosto 2019 invece del 4,5% come previsto precedentemente.

Per aderire alla rottamazione ter, occorre inviare la dichiarazione di adesione ad Agenzia delle entrate-Riscossione entro il 30 aprile 2019. Il modulo DA-2018 è disponibile sia sul sito online che negli sportelli della stessa Agenzia.

I titolari di una casella di posta elettronica certificata (pec) possono spedire il modulo DA-2018, insieme alla copia del documento di identità, direttamente per via telematica alla casella pec della Direzione Regionale dell’Agenzia delle entrate-Riscossione di riferimento. L’Agenzia invierà una comunicazione di accoglimento o di diniego entro il 30 giugno 2019. In caso di risposta positiva, l’Agente della riscossione comunicherà l’ammontare del debito ammesso alla rottamazione inviando i relativi bollettini di pagamento.

Per quanto riguarda il pagamento della prima (o unica, se si sceglie di pagare in unica soluzione) rata è fissato al 31 luglio 2019. Se, invece, si sceglie di rateizzare il pagamento, il numero delle rate dovrà essere indicato nella dichiarazione di adesione alla rottamazione ter.