Riforma pensioni: le ultime novità su taglio delle pensioni d’oro

Riforma pensioni: le ultime novità su taglio delle pensioni d'oro

In queste ultime settimane, al centro del dibattito vi è stata la proposta di legge sul taglio delle pensioni d’oro depositata alla Camera, che prevede una sforbiciata alle pensioni superiori a 4500 euro nette al mese con l’obiettivo di alzare gli assegni delle pensioni minime a 780 euro al mese.

Pensioni d’oro, Di Maio: “Stiamo per eliminare l’ennesimo scandaloso privilegio dopo i vitalizi”.

Stiamo per eliminare l’ennesimo scandaloso privilegio dopo i vitalizi” ha scritto sul suo profilo Facebook il vicepremier e ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico Luigi Di Maio.

“Ve l’avevamo promesso in campagna elettorale – ha aggiunto Di Maio – stiamo per eliminare le pensioni d’oro. Oggi è cominciato l’iter in commissione Lavoro alla Camera. Ci siamo chiesti perché in Italia ci sono alcuni privilegiati che fino ad oggi hanno ricevuto una pensione stellare, mentre milioni di italiani stentavano ad arrivare a fine mese. Tutto questo è inaccettabile, non credete?”.

“Grazie al MoVimento 5 Stelle – ha continuato il vicepremier – verrà messa la parola fine a questa roba. E’ molto semplice: tagliamo le pensioni d’oro superiori ai 4500 euro netti a tutti quelli che non hanno versato i contributi e usiamo i soldi risparmiati per aumentare quelle più basse”.

“Una cosa penso che ormai sia chiara – ha proseguito Luigi Di Maio– ci interessano i cittadini, non i privilegi. E quando facciamo una legge è a questo che pensiamo, perché siamo convinti che tutti in Italia possano e debbano vivere bene”.“Continuate a sostenerci, con il vostro aiuto andiamo avanti ogni giorno.” ha concluso.

Informazioni sull'autore