Serie A: tutte le partite dell’undicesima giornata di campionato, il programma

La programmazione dell’undicesima giornata del campionato 2018-19 della Serie A. Undicesimo turno per il massimo campionato italiano nelle giornate tra il 3 ed il 5 novembre. Il Milan farà visita all’Udinese mentre la Juventus accoglierà, tra le mura amiche, il Cagliari. Inter in casa contro il Genoa, Lazio ospita Spal mentre la Roma affronterà la Fiorentina all’Artemio Franchi.

Il programma e il calendario con le partite dell’undicesimo turno di campionato. L’anticipo di venerdì è Napoli-Empoli.

L’undicesima giornata di Serie A si apre in anticipo il venerdì con Napoli-Empoli (ore 20.30). Prima, mercoledì 31 ottobre, il recupero del primo turno di campionato tra Milan e Genoa, che finalmente cancellerà asterischi dalla classifica. I rossoneri, poi, chiuderanno la giornata successiva, domenica sera in casa dell’Udinese, mentre i rossoblù saranno impegnati sabato alle 15 ancora a San Siro, ma contro l’Inter. La capolista Juventus è di scena all’Allianz Stadium con il Cagliari sabato alle 20.30, preceduta alle 18 da Fiorentina-Roma. Ecco le probabili formazioni.

Venerdì alle 20.30 si giocherà l’anticipo Napoli-Empoli. Conoscendo Ancelotti, aspettiamoci parecchio turnover in vista della partitissima di Champions con il Psg, dove gli azzurri si giocano una grossa fetta della torta qualificazione.

Gli indiziati a riposare? Uno tra Albiol e Koulibaly e uno tra Hysaj e Mario Rui in difesa, dove Maksimovic e Malcuit reclamano spazio. A centrocampo dovrebbe rivedersi Zielinski, mentre gli altri tre sono in bilico: almeno due tra Callejon, Hamsik e Allan dovrebbero iniziare dalla panchina, con Rog, Diawara e Fabian Ruiz in corsa per una maglia. Davanti solito ballottaggio Milik-Mertens, a meno che Insigne non rifiati un po’. Ancora out Verdi e gli altri lungodegenti.

Per quanto riguarda l’Empoli, Veseli potrebbe recuperare per la panchina, a sinistra Antonelli favorito su Pasqual. A centrocampo più Capezzi di Traoré, mentre davanti si dovrebbe continuare con Caputo unica punta supportato da Krunic e Zajc.