Serie A: tutte le partite ed i risultati della 25esima giornata, Napoli primo, la Juve insegue

Serie A: tutte le partite ed i risultati della 25esima giornata, Napoli primo, la Juve insegue!

I risultati di tutte le partite della 25esima giornata di campionato di Serie A. Gli anticipi di sabato 17 febbraio 2018 hanno visto: Genoa-Inter 2-0, Roma-Udinese 2-0, Chievo-Cagliari 2-1. Alle 12.30 di domenica 18 febbraio 2018 c’è stato il derby Torino-Juventus, conclusosi 0-1. Alle 15 Benevento-Crotone 3-2Napoli-Spal 1-0Bologna-Sassuolo 2-1. Alle 18 Atalanta-Fiorentina si è conclusa 1-1, alle 20.45 Milan-Sampdoria 1-0. La 25esima di campionato si concluderà lunedì sera 19 febbraio 2018 alle 20.45 con Lazio-Verona.

Il Milan “ringhia” contro la Sampdoria, nel derby il Torino è rinunciatario. Il Napoli rimane primo in classifica. 

Tornato a San Siro dalla trasferta in Bulgaria il Milan batte la Sampdoria uno a zero. La squadra rossonera potrebbe trovare dopo pochi minuti il vantaggio su rigore di Rodriguez (ben parato da Viviano) e poi colpisce con Bonaventura dopo un quarto d’ora. Rino Gattuso ha aggiustato la difesa facendo scelte forti, rimesso a posto il centrocampo e la testa dei giocatori, indovinato molte scelte offensive e oggi si ritrova a 7 punti dall’Inter di Spalletti e con grandi speranze di rinnovo.

«Il merito è dei ragazzi, io rimarrò sempre cuore e grinta. Bastano pochi concetti per i ragazzi e rimaniamo con Gattuso che è solo cuore e grinta, non ci sono problemi»Così l’allenatore del Milan Gennaro Gattuso commenta la vittoria «E’ un’etichetta che mi porto da quando giocavo, sono chiacchiere da bar ma va bene così. La cosa che mi rende più orgoglioso è che vedo grande senso di appartenenza, grande disponibilità, poi i meriti sono della squadra».

Tra le file juventine non è la giornata di Higuain, ko dopo un quarto d’ora per un problema alla caviglia, ma quella di Alex Sandro nell’insolita veste di esterno d’attacco. Il Pipita guarda la sfida dalla panchina dopo uno scontro con Sirigu nei primi minuti, il brasiliano la fa sua sfruttando in tutta facilità la giocata di Bernardeschi al 33’. Il derby di Torino è dunque ancora della Juve, che ritrova la fantasia di Dybala, la “Joya” entrato in campo nel corso della ripresa. L’argentino mancava dallo scorso 6 gennaio e anche se non ancora al meglio dal punto di vista fisico sarà la risorsa in più per Allegri in vista dell’appuntamento di Champions a Wembley contro il Tottenham.

“La Juve aveva molte assenze? Hanno giocatori così forti che spesso chi gioca meno fa anche meglio. A parte questo, ho visto un gran Torino che ha fatto una gran partita. Peccato per il risultato, per i nostri tifosi”. Così il tecnico del Torino Walter Mazzarri dopo il derby “Ma questa partita mi ha fatto capire che possiamo fare un buon campionato. Considerando che avevamo di fronte una squadra che ha fatto solo un pari nelle ultime 11 partite, li abbiamo messi in difficoltà”.

Il Napoli ancora in vetta gestisce senza strafare la partita contro la SPAL.

Nona vittoria di fila, record del club in Serie A per il Napoli che si conferma al primo posto in classifica dopo il successo per 1-0 sulla Spal al San Paolo. Dimenticato il ko in Europa, gli azzurri tornano a sorridere grazie a un gol di Allan dopo sei minuti di gioco. Poi gestiscono il risultato con la maturità di una grande squadra, senza mai rischiare contro una Spal troppo rinunciataria e con evidenti limiti offensivi. Dopo la disfatta con il Lipsia, Sarri ripropone i “titolarissimi” dal primo, con Mertens che si riprende il ruolo di centravanti. In difesa si rivede anche Albiol, assente contro la Lazio. La Spal si affida a un 3-4-1-1 con Antenucci supportato da Kurtic.