Amnistia, indulto, carceri e detenuti, ultime news: un nuovo episodio di violenza a Lecce

Amnistia e indulto, carceri e detenuti, le ultime news al 28 novembre 2018

Un nuovo episodio di violenza si è verificato nelle carceri italiane, stavolta a Lecce. Qui un detenuto extracomunitario si è volutamente ferito con la lametta per allertare i soccorsi ed uscire dalla sua cella. Appena l’agente di polizia penitenziaria in servizio ha aperto la cella, il detenuto si è scagliato contro il suo compagno di cella. L’agente è subito intervenuto, ma il detenuto ha approfittato del momento di caos per sottrargli le chiavi della cella. Il poliziotto è riuscito a resistere all’attacco, ed intanto sul posto sono giunti altri due agenti di polizia penitenziaria, allertati dalle urla. Il detenuto è stato bloccato, ma i tre poliziotti non sono usciti indenni dalla rissa: hanno riportato contusioni, ematomi e distorsioni.

Amnistia e carceri, Ruggiero Damato si esprime sui recenti fatti di Lecce.

A commentare la vicenda è Ruggiero Damato, il vicesegretario regionale dell’Osapp Puglia, che sottolinea ancora una volta la necessità di dotare la Polizia Penitenziaria di pistole elettriche e spray anti aggressione. Le condizioni in cui sono costretti a lavorare gli agenti di polizia penitenziaria sono difficili: nel carcere pugliese vi è una grave mancanza di personale, ed a conseguenza di ciò i turni di lavoro vanno oltre le norme contrattuali. Nonostante le difficili condizioni, il personale di polizia ha sempre garantito l’ordine e la sicurezza del penitenziario. Il personale continua a subire aggressioni, e deve fronteggiare quotidianamente tentativi di introduzione nel penitenziario di sostanze stupefacenti o di telefoni cellulari. Per questo, afferma Damato, è necessario un incontro urgente con il Prefetto di Lecce per discutere sulla sicurezza.