E' morto il regista Carlo Vanzina, insieme al fratello, nelle commedie hanno raccontato gli italiani

E’ morto il regista Carlo Vanzina, insieme al fratello, nelle commedie hanno raccontato gli italiani

E’ morto Carlo Vanzina, aveva 67 anni. A dare la notizia sono la moglie Lisa e il fratello Enrico. Insieme al fratello sceneggiatore, hanno raccontato nelle loro commedie le vacanze degli italiani. Sarà ricordato soprattutto per le sue commedie degli anni Ottanta e Novanta, fra cui Eccezzziunale… veramente, Io no spik inglish, Sapore di mare e tante altre.

Addio a Carlo Vanzina, il regista della commedia italiana.

«Nella sua amata Roma, dov’era nato, ancora troppo giovane e nel pieno della maturità intellettuale, dopo una lotta lucida e coraggiosa contro la malattia – si legge nella nota della famiglia – ci ha lasciati il grande regista Carlo Vanzina amato da milioni di spettatori ai quali, con i suoi film, ha regalato allegria, umorismo e uno sguardo affettuoso per capire il nostro Paese».

Con il fratello Enrico hanno scritto la storia della commedia all’italiana, dando il via al filone dei cinepanettoni “vacanzieri”. Carlo Vanzina, figlio di Steno, è cresciuto sui set, facendo la gavetta come assistente alla regia di Mario Monicelli. In occasione dei festeggiamenti per i suoi quarant’anni di cinema, due anni fa, Carlo ha raccontato di lui: “Era un amico di famiglia, ma fu durissimo con me, non voleva favoritismi”.

Il suo ultimo film diretto è “Caccia al tesoro”, girato nel 2017 con Vincenzo Salemme, Carlo Buccirosso e Serena Rossi, è un vero omaggio alla città di Napoli, alla quale molto legato anche per i tanti film diretti dal padre Steno con Totò.