MotoGp Spagna 2018: i primi risultati delle prove libere

Jerez, Libere 1: Dovizioso precede di un soffio Marquez, Rossi sesto.

Giorno di prove libere del MotoGP di Spagna 2018, quarta tappa del Mondiale MotoGP. I piloti avranno a disposizione due turni di 45 minuti ciascuno per trovare il giusto set-up, tirare fuori il meglio dalle proprie moto e ottenere il miglior feeling con il circuito. Si inizia alle ore 09.55 con le prove libere 1, poi appuntamento alle 14.05 per la seconda sessione.

Marc Marquez sembra partire con i favori del pronostico ma Andrea Dovizioso dovrà difendersi a tutti i costi con un tracciato sulla carta a lui poco congeniale. Attenzione anche alla risposta di Valentino Rossi e Maverick Vinales che vogliono fare saltare il banco.

MotoGp Spagna 2018, a Jerez le Libere 1: Dovizioso precede di un soffio Marquez, Rossi sesto.

Il pilota della Ducati ha beffato per appena 7 millesimi il rivale della Honda quasi a tempo scaduto. Stupisce Espargaro terzo con la KTM, ma sono vicine anche le Yamaha. Attardati Pedrosa e Lorenzo, al momento fuori dalla Q2.

Ieri Andrea Dovizioso si era detto convinto che la sua Ducati potesse fare bene a Jerez. In base a quanto visto nella prima sessione di prove libere del GP di Spagna di MotoGP sembra che la sua fiducia nella Desmosedici GP fosse ben riposta, perché il leader del Mondiale è stato il più veloce, in un turno che però ha visto i primi dieci racchiusi nello spazio di appena 317 millesimi.

Proprio a pochi secondi dalla bandiera a scacchi, Dovizioso ha fermato il cronometro su un tempo di 1’39″268, arrivato con la configurazione standard della carena della sua Rossa.

Neanche a dirlo, nella sua scia c’è la Honda del rivale numero 1 Marc Marquez: il campione del mondo in carica è stato saldamente al comando per buona parte dei 45 minuti a disposizione e alla fine si è arreso al forlivese per appena 7 millesimi, molto probabilmente senza montare la gomma nuova a fine turno.

La grande rivelazione di questo primo turno però è stata senza ombra di dubbio Pol Espargaro che, probabilmente carico dopo il rinnovo con la KTM, è riuscito a portare la sua RC16 addirittura in terza posizione, staccata di appena 43 millesimi.

Questa FP1 ha comunque sorriso abbastanza alle Ducati, perché in quarta e quinta posizione ci sono le due Desmosedici GP con i colori Pramac, con nell’ordine Danilo Petrucci e Jack Miller. Ancora una volta però ha vissuto una mattinata difficile quella ufficiale di Jorge Lorenzo, perché il maiorchino, che ha usato invece la configurazione alata, si ritrova 15esimo a sette decimi dal compagno di squadra.

Informazioni sull'autore