Pensioni anticipate: le ultime novità sulla proroga di Opzione donna

Le ultime novità sulla proroga di Opzione donna vengono dalle dichiarazioni di Maria Pallini, portavoce alla Camera dei Deputati per il Movimento 5 Stelle e membro della Commissione lavoro alla Camera, la quale, al termine di una riunione dei componenti di maggioranza delle Commissioni Lavoro e Affari Sociali di Camera e Senato, ha elencato alcuni dei provvedimenti che sono “in itinere”, tra i quali la proroga di Opzione donna.

L’On. Pallini ha affermato via social:”Voglio ringraziare la Ministra del Lavoro Nunzia Catalfo per l’incontro tenuto oggi con i componenti di maggioranza delle Commissioni Lavoro e Affari Sociali di Camera e Senato. Questa riunione allargata simboleggia la necessità di restituire la centralità al Parlamento, valorizzando il ruolo, l’impegno e i contributi di noi rappresentanti dei cittadini”.

“Tanti provvedimenti in itinere”

Il post prosegue:”Ci sono tanti provvedimenti in itinere – penso al salario minimo, all’abbassamento del cuneo fiscale, alla proroga di Opzione Donna, per citarne solo alcuni – che gli italiani attendono da tempo perché migliorerebbero la qualità della loro vita. Siamo tutti consapevoli dell’opportunità che abbiamo nel portare oggi a compimento questi provvedimenti nell’esclusivo interesse dei giovani, delle famiglie e delle aziende e non ci sottrarremo ai nostri compiti. Lavoreremo in questa direzione con uno spirito di leale collaborazione e con grande senso di responsabilità”.

“Grazie On. Maria Pallini. Abbiamo bisogno di conferme e prendere atto di essere anche Noi donne al “centro” ci riempie il cuore di gioia e di speranza! Bisogna sperare, tutte insieme, unite per la Proroga di Opzione Donna al 2019. Una misura importante, insieme a tante altre misure da scrivere per le donne!”, ha commentato Lucia Rispoli, amministratrice del Movimento Opzione Donna.

Interventi per le donne

“Il Ministro Nunzia Catalfo al tg1 dichiara che tra i vari interventi, uno sarà dedicato alle donne, queste le sue parole: “un intervento per le donne , non solo per le inoccupate e disoccupate, abbiamo una forte percentuale di esse, ma anche per ridurre la differenza di retribuzione tra uomini e donne”, ha segnalato Paola Viscovich, amministratrice del gruppo Opzione Donna: Le Escluse.

“Ringraziamo il Ministro, fiduciose di vedere nella ldb 2020 la proroga della misura Opzione donna con i requisiti da maturare a dicembre 2019, cosa che diamo per scontata”, ha dichiarato Viscovich. “La proroga che continuiamo a chiedere, oramai da un anno a questa parte, è spostare la maturazione dei requisiti (ossia 58/59 anni di età e 35 di contributi) al 31/12/2019. Qualsiasi altro miglioramento sarà ovviamente ben gradito!”, ha sottolineato l’amministratrice del gruppo Opzione Donna: Le Escluse.