Riforma pensioni e fisco: oggi giovedì 25 luglio 2019 convocato il tavolo di confronto con le parti sociali

È in programma per oggi un nuovo tavolo di confronto tra il governo e le parti sociali. Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha convocato i sindacati a Palazzo Chigi per la giornata di domani.  Nella riunione con Cgil, Cisl e Uil si parlerà di “riforma fiscale”. All’incontro sono chiamati a prendere parte anche imprese, artigiani, commercianti e costruttori. Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, dopo una prima fase nel primo pomeriggio dedicata al confronto con i sindacati, alle 19 si confronterà con rappresentanti di 10 sigle. Tra queste saranno presenti all’importante momento di confronto e trattativa Confindustria, Confcommercio, Confesercenti, Casartigiani, Confartigianato, Cna, Confapi, Ance, Confedilizia e Federmanager.

Riforma pensioni e fisco: il nuovo tavolo di confronto con le parti sociali

Il segretario generale della Cgil Maurizio Landini si è espresso con favore sul nuovo tavolo di confronto convocato dall’esecutivo, che rappresenta un passo positivo nelle trattative con il governo. Landini spiega quali saranno gli obiettivi del sindacato: “Il nostro obiettivo sarà di avviare una discussione, concreta, stringente e costruttiva che parta dai bisogni reali dei giovani, delle lavoratrici, dei lavoratori e dei pensionati. E sia in grado di affrontare i nodi economici e sociali del Paese in vista della prossima legge di Bilancio”.

Tra gli altri obiettivi necessari secondo Maurizio Landini, per rilanciare l’economia e determinare una nuova crescita del Paese, c’è quello di potenziare gli investimenti pubblici e privati, per creare occupazione stabile, in relazione in particolare alle aree del Mezzogiorno, quello di realizzare una vera riforma fiscale che riesca ad ottenere un abbassamento delle tasse per i lavoratori e pensionati e che combatta seriamente l’evasione fiscale.