Tagli capelli Primavera Estate 2018: tra i tagli medi è ancora tempo di lob!

Tagli capelli Primavera Estate 2018: tra i tagli medi è ancora tempo di lob!

I tagli medi vivono un momento di gloria, sono i più “istagrammati” dalle celebrities e probabilmente rappresenteranno in futuro la donna di questo inizio secolo, sintetizzano perfettamente la femminilità tipica dei capelli lunghi con il dinamismo dei corti.

La tendenza che impazza sulle copertine delle riviste e tra le forbici degli hairstylist, è, ancora e sempre, quella del lob (risultato dell’unione fra long e bob, caschetto in inglese). Un taglio che fino a poco tempo fa non convinceva, perché le mezze lunghezze son sempre sembrate la ricrescita pigra di un taglio corto o il tentativo di diventare una chioma più lunga. Tutto questo non vale più perché questo trend sembra aver conquistato ormai il titolo di preferito della stagione.

Il taglio medio, quello che offre più possibilità di variare e personalizzare!

Per questa stagione parliamo prima di tutto di “Love&lob“. Il lob dalla lunghezza alle spalle, con e senza frangetta appena sopra le sopracciglia, ordinato e composto (da ragazza di copertina) è la new entry tra le tendenze capelli della Primavera 2018. Un ritorno agli anni Sessanta, alle cantanti pop francesi, le Yé-Yé girls.

Ma anche il lob fuso con lo shag (lunghezza clavicola), attraversato dalla “tonicità” degli anni ’80-’90 delle donne in carriera, scalato con “intelligenza”: una scalatura progressiva sottolineata a livello naso e collo, prima di raggiungere la clavicola. Una media lunghezza piena ma slanciata ad arte per ottenere una nuova verticalità. Ma c’è spazio per tutte le lunghezze, e quindi anche per chi preferisce i corti.

Il taglio a metà poi, ha i suoi vantaggi: con la bella stagione, il sole li asciuga prima, comprando degli orecchini vistosi non si cade nel pericolo di aver osato troppo (le ciocche li copriranno proprio quanto basta), è la lunghezza che sta meglio con gli abiti a scollo bardot, che questa stagione invadono le vetrine, e se i capelli finiscono in faccia, beh, ci sarà un’occasione in più per comprare quei begli accessori che vanno tanto adesso ma che mai avremmo saputo come usare!

Con la possibilità di variare così spesso, anche il taglio passpartout per eccellenza si arrende all’omologazione, diventando originale.