Amnistia e indulto, carceri e detenuti, le ultime news al 18 maggio 2018!

Una nuova, terribile notizia giunge dal mondo delle carceri: un detenuto di nazionalità italiana di 41 anni si è tolto la vita nel carcere di San Donato, a Pescara. Si è impiccato. Gli agenti di polizia penitenziaria, una volta scoperto l’accaduto, hanno subito chiamato il 118, ma non c’è stato nulla da fare se non constatare la morte dell’uomo. Aldo Di Giacomo, il segretario generale del Spp parla della situazione estrema che si registra all’interno delle strutture penitenziarie, e definisce il sistema carcerario da “far west”. “In due anni in Italia abbiamo registrato il 700% in più di eventi critici, episodi come risse tra detenuti o detenuti che picchiano poliziotti. Siamo al punto che in alcune regioni un suicidio in carcere non fa più notizia”, ha dichiarato.

A commentare la vicenda è anche Donato Capece, il segretario generale Sappe: “Questo nuovo drammatico suicidio evidenzia come i problemi sociali e umani permangono, eccome! Il suicidio è la causa più comune di morte in carcere. Da tempo il Sappe denuncia, inascoltato, che la sicurezza interna è stata annientata da provvedimenti scellerati come vigilanza dinamica e regime aperto, aver tolto sentinelle dalle mura di cinta, mancanza di personale”.

Le ultime news dal mondo del carcere ad oggi: arriva la condanna definitiva per un uomo che ha tentato di uccidere l’ex compagna.

Si è conclusa con la condanna a 7 anni di reclusione la vicenda di Marco Cantagalli, un uomo che due anni fa aveva tentato di uccidere la sua ex convivente. L’uomo non riusciva a sopportare che la donna frequentare un’ altra persona e così, approfittando delle chiavi di casa di cui era ancora in possesso, entrò in casa E colpì l’ex compagna con un machete. La donna ha evitato la morte riuscendo a scappare, e la ferita cagionatele è stata giudicata guaribile in 30 giorni. Qui puoi trovare tutte le ultime news su amnistia, indulto e carceri.